IL FENOMENO DEI LISTENING-BAR

Il fascino del vinile

Il fascino del vinile

Interno di un listening-bar

Interno di un listening-bar

Atmosfere soffuse

Atmosfere soffuse

 

IL FENOMENO DEI LISTENING-BAR - CODICE ISPIRAZIONE DI VIAGGIO: NG4USG6498

Grazie al successo dei vinili (e dei vini naturali) i ‘Listening-bar’ non sono mai stati così cool!

Ma andiamo per gradi, innanzitutto, cosa sono i listening-bar?

Sono principalmente locali in cui ascoltare buona musica, diffusa da impianti audio di altissima qualità.

Una nuova tipologia di esperienza, destinata ad attrarre gli audiofili e tutti coloro che cercano un'atmosfera sofisticata

L’origine dei listening-bar si deve al Giappone dove negli anni ’50 (periodo in cui i vinili erano molto costosi), aprirono locali denominati Jazz Kissa, come costola dei famosi e onnipresenti kissaten, piccoli caffè diffusi nelle strade secondarie di Tokyo e altre città; i clienti di allora non li sceglievano per socializzare, ma per ascoltare in silenzio la musica trasmessa dai giradischi e amplificata da potenti impianti stereo.

Da allora, ma soprattutto negli ultimi anni e con i dovuti aggiustamenti, si sono diffusi su tutto il nostro pianeta divenendo ambienti caratterizzati da stile e arredamento capaci di stimolare ascolto e socializzazione, con una scelta di drinks e cocktails (a volte anche cibo) all'altezza della situazione. Design moderno e minimale, atmosfera accogliente e intima con comodi posti a sedere, accessori vintage e musica dal jazz alla classica, passando per la noise o drone music.

Luoghi in cui si utilizza il meglio dell’attrezzatura hi-fi, dedicati al culto dei vinili, dei giradischi e a quello degli speakers in generale.

Il concept alla base dei listening-bar è in realtà piuttosto semplice, accontentare il sempre più crescente numero di persone alla ricerca di un'esperienza che rimetta la musica di qualità al centro con un approccio diverso e più attento:

ascoltare musica, ascoltarsi a vicenda e al contempo ascoltare i propri pensieri, magari sorseggiando un buon drink.

Contro i jingle riproposti fino allo sfinimento da TikTok, i vinili (e i locali dove si ascoltano) danno la possibilità di esplorare nuovi generi, scoprire nuovi artisti e distogliere lo sguardo dallo smartphone.

In un'epoca dominata da playlist determinate dagli algoritmi, i listening-bar sono in grado di offrire un'esperienza analogica: bevande lo-fi abbinate a brani hi-fi.", come scrive il quotidiano britannico ‘The Guardian’.

I patiti del genere li considerano quasi alla stregua della ‘mindfulness’ o dello slow food, capaci di unire mondi quasi idiosincratici, quale il bar affollato e dispersivo e l’ascolto attento e concentrato della musica.

Questo concept ha reso i listening-bar location di successo, un trend globale anche in Europa, grazie anche al ritrovato interesse per i vinili.

Da Londra ad Amsterdam, da Berlino a Milano, alle altre grandi città europee: negli ultimi anni i listening-bar sono divenuti protagonisti della nightlife. Il Brilliant Corners di Londra, aperto nel 2013, ha fatto da pioniere nel settore, seguito dal berlinese Rhinoçéros nel 2014. Parigi ovviamente non è rimasta a guardare e nella capitale francese si contano oggi una ventina di listening-bar, tutti di recente apertura a cominciare da Fréquence, caratterizzato da interni in stile scandinavo, selezione di cocktail giapponesi e sound della black music.

A seguire vi proponiamo altri listening-bar a nostro giudizio imperdibili:

Bar Bonobo, Tokyo, considerato il più famoso al mondo, una vera icona per gli amanti della musica

Bambino Jazz Café, Parigi, offre caffè e tè pregiati, panini in stile katsusando e pasticcini francesi, un rifugio accogliente per amanti della musica e del buon cibo

House of Ronin, Milano, nel cuore della Chinatown per un tuffo tra anni ’70 e ’90, che fonde Oriente e Occidente con uno stile hyper pop e futuristico

Vineria Sonora, vini & vinili, a Firenze

Montezuma Café, Parigi, con uno dei sistemi audio più all'avanguardia nel mondo installato nel seminterrato

Spiritland, Londra, presente nella capitale britannica con ben tre hot spot  

Shibuya-HiFi, Seattle, con una raffinata HiFi Room

Dante’s HiFi, Miami, che offre stanze d’ascolto individuali e una collezione di oltre novemila vinili

In Sheep’s Clothing, Los Angeles

Ed è proprio negli U.S.A. e nella ‘Big Apple’ in particolare che i listening-bar (noti anche come HiFi bar) continuano a proliferare:

Tokyo Record Bar, nel cuore di Manhattan, con soli dodici posti su prenotazione e un menu degustazione izakaya accompagnato da centinaia di vinili

Bar Orai, sempre a Manhattan, con più di duemila vinili sugli scaffali e tanti whisky giapponesi

Eavesdrop, a Greenpoint

Honeycomb, a Park Slope

All Blues, a Tribeca

Mr. Melo Bar, nella modaiola Williamsburg.

 

Contattaci per dettagli, preventivi e prenotazioni del tuo viaggio negli U.S.A. e nel mondo alla scoperta dei ‘Listening-bar’.