IL MISTERO DI ULURU

Uno dei tanti simboli australiani: il boomerang

Uno dei tanti simboli australiani: il boomerang

La roccia rossa di Uluru

La roccia rossa di Uluru

Guerriero aborigeno

Guerriero aborigeno

 

IL MISTERO DI ULURU - CODICE ISPIRAZIONE DI VIAGGIO: NG4AUS952

Per gli australiani è semplicemente "The Rock", per noi è Ayers Rock, conosciuto anche come Uluru: stiamo parlando del gigantesto monolite presente nei territori del nord australiano.

 

Una grandissima pietra unica, più grande di un'isola, che giace nel cuore dell'Australia e che fino a poco tempo fa era visitata di rado dai turisti.

Dalla fine del XIX secolo ha preso il nome Ayers Rock, ma per le tribù Pitjantjatjara e i loro parenti nel Grande Deserto Occidentale ha un altro nome, Uluru, un nome di altissima antichità, un nome che precede le glaciazioni.


The Rock è ciò che i geologi chiamano un inselberg, perchè parliamo di una roccia che non si estende solamente verso l'esterno, ma il monte Uluro è ben più grande rispetto a ciò che si vede fuori, infatti si estende per circa 7 chilometri sotto terra.

 

E' un monolite ricco di mistero, dovute alle sue origini, alle sue strane erosioni sulla superficie, alle grotte esistenti e dai disegni lasciati dalle popolazioni aborigene; un monolite che cambia colorazione nelle varie fasi del giorno: dal rosa intenso dell'alba all'arancione a mezzogiorno fino a un'ocra intenso al tramonto.

 

Ma questo è l'ultimo dei suoi incantesimi. Ci sono miti e magie incarnate in Uluru e misteri scritti sul suo volto. The Rock e il suo deserto circostante, per quanto stranamente spettacolari, ricompenseranno la maggior parte di coloro che sono sensibili al mistero in senso stretto, misteri collegati ad antichi rituali delle popolazioni Tjukurapa.


Ma il mistero più grande è dovuto alle origini di Uluru perchè gli scienziati ancora non sanno spiegare da dove abbia avuto origine questo immenso iceberg di roccia.

 

L' ipotesi più accredita è che siano i resti di un enorme meteorite lunare conficcatosi milioni di anni fa, su una giovanissima placca continentale in formazione.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fini operativi, statistici e pubblicitari. Per sapere a cosa servono i cookie e per impostare le proprie preferenze visitare la pagina Privacy Policy. Continuando la navigazione o chiudendo questo avviso, acconsenti all'uso dei cookie e ai termini riportati alla pagina Privacy Policy.
OK